TRE BORGHI TRE PAESI – Pont-Saint-Martin, Perloz e Donnas

Il Comune e la Commissione di gestione della Biblioteca di Pont-Saint-Martin, con la collaborazione della Soprintendenza ai beni e alle attività culturali, organizzano per il 13 luglio 2019 alle ore 17.00 il vernissage dell’esposizione Tre borghi tre paesi presso ’l Castel. L’esposizione curata da Luciana Pramotton, si avvale delle fotografie di Enrico Peyrot realizzate in occasione della mostra Bourgs accanto a nuovi scatti realizzati nel corso della primavera 2019 e vuole mettere a confronto tre realtà della bassa valle legate da infiniti rapporti che condividono storia, vita sociale e territorio. Un omaggio a questa area e ai suoi abitanti.

L’esposizione TRE BORGHI TRE PAESI, che resterà aperta dal 14 luglio al 22 settembre 2019, prende le mosse da BOURGS de la Vallée d’Aoste, la memorabile mostra fotografica promossa dalla Regione Valle d’Aosta, Assessorato Educazione e Cultura, presentata nel giugno 2007 al castello di Ussel (Châtillon).

Pont-Saint-Martin, Perloz e Donnas, tre dei dodici borghi le cui fotografie storiche e contemporanee comparvero in mostra a Ussel, tornano ora alla ribalta nelle antiche stanze della casa forte dei Signori di Pont-Saint-Martin, ʼl Castel.  

A più di dieci anni di distanza dalla prima esposizione, TRE BORGHI TRE PAESI propone un seguito e si collega a BOURGS dando corpo ad una nuova sezione che presenta una riflessione sull’evoluzione dei tre paesi della bassa Valle attraverso fotografie, dati storici e statistici.

Nel corso della loro storia ogni paese ha dovuto fare i conti con la propria posizione geografica, con l’estensione e le risorse del proprio territorio, con i sovvertimenti provocati dal tramonto della civiltà contadina, con l’emigrazione nei difficili momenti di crisi, con l’affermarsi di nuove realtà come l’industrializzazione, con l’avvento travolgente della civiltà dei consumi e dell’attualissima rivoluzione informatica.

Oggi i volti di Perloz, Donnas e Pont-Saint-Martin, pur manifestando i segni del tempo che cambia e trasforma, hanno mantenuto i loro tratti essenziali, quelli che rimandano alle origini e che si esprimono nella monumentalità del loro ricco  patrimonio architettonico e paesaggistico: la strada romana, l’antico borgo, la collina dei vigneti e la torre di Pramotton a Donnas, i castelli Vallaise, il Santuario di Nostra Signora della Guardia, i villaggi, i terrazzamenti sostenuti da una miriade di muretti a secco a Perloz, il ponte romano,  i resti del castello feudale, l’area industriale in continua trasformazione a Pont-Saint-Martin continuano a segnare in profondità l’identità dei tre paesi. Sono questi i soggetti che nei disegni a stampa dei viaggiatori di ieri e nelle riprese digitali dei fotografi di oggi ne raccontano l’anima.

 I materiali su cui il visitatore può soffermarsi per trarre spunto per le proprie riflessioni sono organizzati in modo da offrire percorsi e livelli differenziati di fruizione.

Orari di visita: dal 14 luglio al 22 settembre 2019, sabato e domenica dalle 15.00 alle 17,30 e su prenotazione al 0125 807793

Allegati

Totale allegati: 1

Salva