Cambio di residenza o cambio di indirizzo

DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO E RIFERIMENTI NORMATIVI :

Per residenza si intende il comune in cui la persona dimora abitualmente.

Occorre recarsi personalmente presso l'Ufficio anagrafico con un documento di riconoscimento in corso di validità.

La dichiarazione deve essere resa da un componente maggiorenne del nucleo familiare entro 20 giorni dall'avvenuta variazione, su un modello dell'Istituto centrale di statistica, fornito dall'impiegato allo sportello dell'Anagrafe.

Tale dichiarazione potrà anche essere presentata da una terza persona, munita di documento di identità in corso di validità, portando i documenti degli interessati validi, in originali o in fotocopia.

Nel caso in cui il trasferimento di abitazione avvenisse presso un nucleo familiare già residente a Pont-Saint-Martin, la dichiarazione di cambio di residenza deve essere sottoscritta anche da un componente maggiorenne del nucleo familiare ospitante, che consente l'iscrizione al medesimo indirizzo oppure, in applicazione della legge Bassanini, può essere presentato allo sportello un documento di identità dello stesso in corso di validità, in originale o in fotocopia.

La definizione della pratica si ha in seguito all'esito positivo degli accertamenti, eseguiti nei termini previsti dalla normativa vigente, ed eventualmente alla relativa spedizione.

La residenza avrà comunque decorrenza dalla data di dichiarazione dell'avvenuto trasferimento da parte dell'interessato.

All'abitazione ed all'eventuale box auto è legata l'iscrizione nei ruoli per la riscossione della Tassa raccolta rifiuti.

I cittadini stranieri appartenenti alla Comunità Europea devono dimostrare di possedere i requisiti previsti dal Decreto Legislativo 30/2007. I cittadini stranieri extra-comunitari inoltre devono essere muniti di permesso di soggiorno non scaduto.

AGGIORNAMENTO DEI DATI SULLE PATENTI DI GUIDA E SUI DOCUMENTI DI CIRCOLAZIONE PER CAMBIO DI RESIDENZA
In applicazione del D.P.R. 575/94, dal 1° ottobre 1995, è entrata in vigore una nuova procedura che consente ai cittadini di aggiornare, all'atto del trasferimento di residenza o di abitazione, la patente guida presso tutti gli uffici di Anagrafe. Successivamente, a partire dal 1° marzo 1996, in applicazione degli artt. 147 e 150 del D.P.R. 16 settembre 1996, è stata adottata un ulteriore procedura che consente allo stesso cittadino di aggiornare, presso gli stessi Uffici di Anagrafe, oltre che la patente di guida anche la carta di circolazione. Pertanto, secondo la nuova procedura, il cittadino richiedente dovrà compilare un modello per ciascun componente in possesso della patente di guida e/o intestatario di veicolo, sul quale dovranno essere indicati gli estremi delle stesse patenti (categoria, via, data di rilascio e Autorità che ha emesso il documento) nonché le targhe degli autoveicoli, rimorchi, motoveicoli e ciclomotori posseduti.

La parte staccabile di questo modello, firmata e timbrata dall`impiegato dell'Anagrafe, viene consegnata all'interessato che deve conservarla assieme alla patente di guida (come dimostrazione dell'avvenuta presentazione della richiesta di trasferimento di residenza o di abitazione), in attesa di ricevere per posta, dalla Direzione Generale della Motorizzazione Civile, il tagliano o i tagliandi definitivi di convalida da apporre sulla patente e/o sulla carta di circolazione, a seconda che il cittadino debba aggiornare solo la patente di guida o meno. I cittadini che hanno effettuato il cambio di residenza o di abitazione in data antecedente il 1° ottobre 1995 dovranno procedere all'aggiornamento della loro patente di guida secondo la precedente normativa, cioè rivolgendosi alla Prefettura del Luogo. I cittadini che hanno variato la loro residenza o abitazione in data antecedente il 1/3/1997 dovranno per l'aggiornamento della carta di circolazione, rivolgersi all'ufficio Regionale della Motorizzazione Civile.

ISCRIZIONE NEI RUOLI PER LA RISCOSSIONE DELLA TARSU
Con riferimento all'iscrizione nei ruoli per la riscossione della Tassa raccolta rifiuti è prevista una procedura, che consente al soggetto interessato di rendere la denuncia di occupazione dell'unità immobiliare e dell'eventuale box auto presso gli sportelli anagrafici, contestualmente al cambio di residenza, mediante la compilazione di un apposito modello. Il cittadino per avvalersi di detta procedura deve essere in possesso dei seguenti dati:

  • Gli estremi del codice fiscale relativo al soggetto che rende la denuncia;
  • Il numero dei metri quadrati relativi sia all'unità immobiliare occupata sia all'eventuale box auto;
  • Il numero dell'unità immobiliare. 

Ufficio Competente

Area Demografica